Purple Search - If you are looking for something special on this blog

Me, Myself & I

My photo

I am a localization manager/translator and intercultural consultant living in Berlin (Germany), passionate about languages, cultures, diversity management, dancing and good movies.  

Interested in intercultural communication and/or diversity management? In the mood for a Tandem-partner or looking for someone willing to learn Spanish with you? Desperately seeking an enthusiastic dance partner for salsa, bachata, swing or charleston?
Hoping to find a blogging buddy willing to inspire and motivate you?

Just drop me a line for a coffee. I am always thankful for the chance to get to know interesting and fascinating people like you.
Copyright Azzurra Camoglio. Powered by Blogger.

Purple Disclaimer

A Lot Like Purple is my personal blog.
I'm the only person responsible for its content and the views and opinions expressed here are solely mines.
What I write doesn't represent my clients or any other group, organization or agency.

If you notice something inaccurate, not valid any longer or inappropriate, I am looking forward to your feedback.
The honesty and politeness of comments are guaranteed.

Saturday, March 16, 2013

State vivendo nel passato o nel futuro? Bastano tre parole per cambiare rotta

Da bambini ci insegnano che esistono il presente, il passato e il futuro. Ci insegnano che viviamo nel presente, che il passato è la nostra storia e che il futuro dipende da noi e che sarà magnifico, avventuroso ed emozionante.

Da bambini viviamo effettivamente nel presente: il mondo è una continua fonte di scoperte e novità e i rapporti con i nostri cari sono la cosa più importante. Giocando e imparando cose nuove perdiamo la cognizione del tempo e a fine giornata c'è così tanto da raccontare!
Crescendo crediamo di vivere ancora nel presente, ma quasi sempre ci stiamo ingannando da soli senza saperlo. Quasi sempre stiamo in realtà vivendo nel passato. O nel futuro.

Viviamo nel passato se invece di concentrarci su quanto accade intorno a noi adesso dedichiamo il nostro tempo e le nostre energie a quanto è accaduto nella nostra vita in un passato più o meno recente, ponendoci domande senza risposta, rivangando eventi ormai trascorsi, appellandoci a quanto accaduto per interpretare il nostro presente, spesso considerato l'unica conseguenza logica e possibile delle nostre azioni precedenti. 

Una vita imprigionata nel passato porta con sé il rimpianto per ciò che non abbiamo fatto. Malinconia. Tristezza. Rabbia. Frustrazione. Ricordi agrodolci. Nostalgia.

[Il presente non è che una delle possibili versioni del nostro passato,
come per Gwyneth Paltrow/Helen 
in Sliding Doors (1998) di Peter Howitt]

Viviamo nel futuro se invece di concentrarci su quante accade intorno a noi adesso dedichiamo il nostro tempo e le nostre energie a quanto accadrà nella nostra vita in un futuro più o meno prossimo,  facendo previsioni su quello che ci attende, fantasticando sui nostri progetti e successi a venire, dimenticandoci di tutto il resto in vista di un obiettivo importante.

Una vita condizionata dal futuro porta con sé l'ansia per ciò che ci attende. Impazienza. Insoddisfazione.  Irrequietezza. Attività frenetica.

Vivere nel presente significa concentrarsi sul "qui e adesso". Concentrarsi su quanto accade intorno a noi oggi. Concentrarsi su chi interagisce con noi oggi. Concentrarsi su quello che è importante per noi oggi.
Oggi. Non ieri o due mesi fa o due anni fa. Non dopodomani o tra un mese o tra un anno.

I nostri ricordi a proposito del passato potrebbero imbrogliarci. I nostri desideri a proposito del futuro potrebbero cambiare. Distopie, utopie e cattiva memoria non sono certo nostri amici.

"Qui e adesso" stiamo vivendo l'unica vita che ci è dato vivere in questo momento. Ciò che è accaduto conta fino a un certo punto. Il presente è solo una delle possibili versioni delle mille vite che sarebbero potute scaturire dal nostro passato, se solo coincidenze e circostanze fossero state diverse. Ma non è stato così e il nostro presente è l'unica versione che abbiamo, se lasciamo da parte i "se" e i "ma". Qui e adesso.

Spesso dimentichiamo che il futuro non esiste. Che il futuro lo creiamo noi, giorno per giorno, con le nostre scelte e le nostre azioni. Che il futuro lo scriviamo noi, interagendo col mondo circostante. Amando, soffrendo, ridendo, lavorando, dormendo, parlando, cantando, ballando, correndo, leggendo, imparando cose nuove, viaggiando, facendo le pulizie, etc. Vivendo. "Qui e adesso", tre paroline magiche che possono renderci liberi dai nostri fantasmi. Ciò che è stato, è stato. 

Il futuro comincia adesso, nel momento in cui smettiamo di considerarlo tale e ci concentriamo sul presente, per essere felici adesso (e possibilmente anche nel futuro). Qui e adesso abbiamo la possibilità di rendere la nostra vita migliore, di fare qualcosa per noi stessi e per gli altri, di cambiare rotta se lo desideriamo.

Ve la sentite di sfruttare questa possibilità?
Che aspetto ha il vostro presente? E il vostro futuro?

Post precedente:

Tags: Felicità, Passato, Presente, Futuro

No comments:

Post a Comment